iii.

Questa persona non esiste

La “folla dal nulla” creata da Ludovica De Santis nasce per celebrare la beffa dell’inesistenza invece che la vulnerabilità della presenza.

Durante questo periodo pandemico, ho sviluppato un certo senso di alienazione nei confronti della società, un sentimento di riluttanza nei confronti della creatività e una propensione sia fisica che mentale all’isolamento mai avuta prima.

Per rispondere a questo stato di frustrazione e malessere, ho dato sfogo alla mia espressività in modo del tutto diverso da come ho sempre fatto: mi sono dedicata al digitale invece che all’analogico, al collage e alla post-produzione invece che allo scatto, alla beffa dell’inesistenza invece che alla vulnerabilità della presenza. 

L’intento era quello di creare una folla dal nulla, quindi virtuale, che colmasse l’assenza di socialità. Per far sì che questo fosse coerente concettualmente con la ricerca creativa, ho deciso di usare i tratti genetici creati dal sito di Peter Huang www.thispersondoesnotexist.com

Mi sembrava adeguato sfruttare il fatto che il sito generi tramite l’AI facce geneticamente inesistenti che quindi, teoricamente, non potresti né dovresti trovare da nessuna parte. 

Il risultato è una serie di immagini, insolite, fuori dall’ordinario che mischiano elementi generati dall’AI e media stock online di ogni sorta, cercando di mantenere un’approccio estetico molto legato al web, alle compressioni jpeg, ai bug dell’AI e una palette cromatica più spenta e neutra. 

Col tempo, più le circostanze dell’immagine creata diventavano “assurde”, più mi sentivo di colmare l’assenza di interazione e di aggregazione che per quasi due anni è stata annientata dal nostro vissuto. 

Ora che stiamo tornando alla normalità, This Person Does Not Exist non esiste più.

Per rispettarne la definizione, ho deciso che non verrà prodotto alcun lavoro cartaceo (book, fanzine), né verrà proposto all’interno di uno spazio virtuale fisso (sito web, instagram, eccetera). 

Sarà reperibile sul web solo ed esclusivamente sulle piattaforme che gli dedicheranno uno spazio. 

5′
Come vuoi proseguire?